Converse Tutte Nere

Allenati in tutta sicurezza e ottieni il top della performance con Converse Tutte Nere. Scopri di più sul nostro sito.

Il New York Times si è chiesto se converse tutte nere vestirsi "normali" – con i jeans slavati e un maglione qualsiasi, per esempio – può davvero essere una moda Gli stilisti non riescono a reggere i ritmi di produzione, che li costringono a disegnare anche una collezione al mese: è colpa di Instagram e dei marchi low cost I paesi, le città e le regioni che per un motivo o per l'altro varrà la pena visitare quest'anno (tra cui Roma e il Friuli-Venezia Giulia).

Buzzfeed ha pubblicato un video che mostra gli abiti da sposa tradizionali di alcuni paesi asiatici, Contrariamente a quanto accade in Occidente, dove il colore predominante è il bianco, le stoffe hanno tinte accese, come il rosso considerato di buon auspicio in Vietnam, o il verde della tribù nomade afghana di Kuchi, perché secondo la religione musulmana è il colore del Paradiso, Sempre in Vietnam, il converse tutte nere costume tradizionale è lo áo dài, una tunica di seta da portare sopra i pantaloni, In Thailandia invece l’abito da sposa lascia spesso una spalla scoperta ma è accompagnato da uno scialle di seta chiamato sabai, mentre le gonne della Corea del Sud, dette hanbok, hanno vita alta, forma a campana e sono solitamente realizzate su misura..

Buzzfeed spiega che la tradizione di vestirsi di bianco venne introdotta dalla regina Vittoria d’Inghilterra quando nel 1840 sposò il principe Alberto: prima anche in Europa gli abiti da sposa erano colorati, spesso di converse tutte nere rosso, La moda del bianco si diffuse prima in Europa, poi nell’America del Nord e del Sud, diventando il colore predominante indossato dalle spose in tutto il mondo, tranne che in Asia, dove viene solitamente associato ai funerali e al lutto, Secondo il buddismo il bianco ricorda la morte e la fine di tutto, mentre in India è portato dalle vedove in lutto, Anche le indiane cristiane che scelgono di vestirsi di bianco ravvivano l’abito con qualche tocco di colore, per allontanare la sfortuna..

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo. E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove. Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli. È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.

Di Valentino, Dior e Balenciaga, tra gli altri: sono conservati al MET di converse tutte nere New York e sono un ottimo spunto in vista di Capodanno Come i portachiavi di Burberry e le cover per gli smartphone di Moschino, accessibili anche a chi non può permettersi le loro borse e vestiti.

Negli ultimi mesi del 2015 molti giornali hanno scritto che il mondo della moda è in difficoltà, dopo i numerosi licenziamenti di stilisti da alcune importanti maison. Secondo molti parte della crisi è legata ai ritmi troppo veloci dell’industria, necessari per soddisfare in modo sempre più rapido le richieste dei clienti. Critici ed esperti hanno iniziato a parlarne lo scorso luglio, quando Alexander Wang non è stato riconfermato come direttore creativo di Balenciaga dopo solo tre anni di lavoro; e poi di nuovo a ottobre, dopo che Raf Simons si è dimesso dalla direzione artistica di Christian Dior e Alber Elbaz è stato licenziato da Lanvin, dove lavorava da dodici anni. In maniera e forme diverse, tutti questi stilisti hanno ammesso che non riuscivano più a seguire i ritmi troppo veloci con cui dovevano produrre dalle quattro alle sei collezioni l’anno.

In un recente articolo sull’ Independent, il critico di moda Alexander Fury  ha scritto che il sistema è in crisi almeno dal 2010, quando lo stilista Alexander McQueen si suicidò e John Galliano venne licenziato da Christian Dior (dopo che era stato arrestato ubriaco a Parigi per comportamento violenti e insulti antisemiti), Secondo Fury gli stilisti subiscono sempre più pressioni e non vengono considerati come persone ma come macchine che devono sfornare idee sempre nuove e farlo sempre più velocemente, La responsabilità, sostiene, dipende in parte anche dalla fast fashion, le catene di abbigliamento a basso costo che propongono collezioni nuove a ritmi molto accelerati. Secondo Fury la moda oggi è danneggiata proprio da quelli che prima erano i suoi punti di forza: velocità e cambiamento, I ritmi troppo veloci vanno a discapito degli stilisti, che non hanno tempo di creare e pensare a idee nuove perché spesso devono disegnare converse tutte nere una collezione al mese, Per questo alcuni stilisti, come Jean Paul Gaultier e Victor & Rolf, hanno rinunciato alle linee di prêt à porter e disegnano solo per l’haute couture, l’alta moda..

I marchi low cost, come Zara – e quelli del gruppo Inditex che la possiede: Bershka, Pull & Bear, Stradivarius, Massimo Dutti, Uterqüe e Oysho – Mango e H&M (che comprende anche Cos e & Other Stories) propongono capi d’abbigliamento economici che converse tutte nere seguono le tendenze del momento, Alcuni pezzi sono spesso molto simili – se non uguali – a quelli disegnati dagli stilisti (motivo per cui in passato ci sono state anche molte polemiche), perché le collezioni delle case di moda sfilano con sei mesi d’anticipo rispetto alla stagione che propongono e le catene low cost hanno tutto il tempo di copiare e anche proporre in anticipo capi che andranno di moda quella stagione, Queste catene propongono nuovi capi ogni settimana, e hanno contribuito ad aumentare il desiderio costante di novità dei clienti. Anche il prêt à porter si è dovuto adeguare ai ritmi imposti dalla fast fashion per poter essere più competitivo, Sono state introdotte e intensificate le collezioni cruise, quelle presentate prima delle sfilate tradizionali e vendute nei negozi prima delle altre, Alcuni marchi come Burberry, Moschino e Versus hanno messo in vendita online e in tempo reale i capi e gli accessori presentati in passerella..



Messaggi Recenti